Seguici su:

AMA Funerali Roma ricorda lo stilista Karl Lagerfeld

Karl Lagerfeld
Lo stilista Karl Lagerfeld è morto il 19 febbraio scorso. E’ stato uno degli uomini più creativi nel mondo dell’alta moda ma non solo. Fu anche un apprezzato fotografo e seguì nel corso della sua vita anche molti altri progetti: dall’editoria di moda al design di arredi. Il suo nome è legato particolarmente a Fendi, di cui fu per molti anni direttore creativo insieme a Silvia Venturini Fendi, ed al rilancio della Chanel. Nella storica Maison parigina si occupò dal 1983 della linea d’alta moda e dal 1984 del pret-à-porter. Pur mantenendone immutato lo stile, Karl Lagerfeld modernizzò l’azienda introducendo importanti innovazioni e lanciando nuove linee. E’ del gennaio scorso l’ultima sfilata, dove non passò inosservata la sua assenza motivata, nel comunicato ufficiale di Chanel, soltanto a stanchezza per il grande lavoro effettuato. Purtroppo però quell’assenza ha anticipato, dopo sole poche settimane da quell’evento, la notizia della sua scomparsa lasciando un profondo sgomento nel mondo internazionale della moda e in tutti i suoi numerosissimi estimatori.
Non ci sono date certe sulla data di nascita di Karl Lagerfeld in quanto il diretto interessato l’ha sempre tenuta nascosta. Si presume che sia nato il 10 settembre 1933 (ad Amburgo) come annotato sul registro dei battesimi. La sua era una famiglia benestante di banchieri che aveva fatto fortuna importando il latte condensato in Germania. Nel 1953 Karl Lagerfeld si trasferì, insieme alla madre, a Parigi dove vinse un concorso per un cappotto sponsorizzato dal Segretariato Internazionale della Lana che gli consentì di ottenere un posto presso lo stilista Pierre Balmain. Successivamente si trasferì dallo stilista Jean Patou ma preferì lasciare anche questo lavoro per aprire un piccolo negozio a Parigi con i soldi della sua ricca famiglia. Oltre a collaborare con importantissime Maison, Karl Lagerfeld fondò, a partire dal 1980, la sua etichetta Lagerfeld che lanciò profumi e linee di vestiti. Creò una sua linea di abbigliamento chiamata inizialmente Lagerfeld Gallery ed in seguito Karl Lagerfeld e disegnò vestiti per artisti del calibro di Madonna, in occasione del Re-Invention Tour e Kylie Minogue. La sua modella più famosa è stata la connazionale Claudia Schffer che così lo ricorda: “Karl era la mia polvere magica, mi ha trasformato da una timida ragazza tedesca in una supermodella. Mi ha insegnato la moda, lo stile e come sopravvivere nel mondo della moda”.
La passione dei suoi ultimi anni è stata Choupette, una favolosa gatta birmana, alla quale ha riservato ben due cameriere e con cui spesso veniva ripreso.