Seguici su:

AMA Funerali Roma ricorda il regista Bernardo Bertolucci

Bernardo Bertolucci
Il regista Bernardo Bertolucci è morto nella sua casa romana di Trastevere. Era da tempo malato ed aveva 77 anni.
Bernardo Bertolucci è stato uno dei più importanti registi del nostro cinema, conosciuto ed apprezzato in tutto il mondo per capolavori come Ultimo Tango a Parigi, Novecento e L’Ultimo Imperatore, che conquistò ben nove premi Oscar di cui uno per la migliore regia (unico regista italiano a vincerlo insieme a Frank Capra che però era naturalizzato statunitense).
Bernardo Bertolucci nacque a Parma nel 1941 dal poeta Attilio. E la poesia fu la sua prima passione, che lo portò anche ad iscriversi alla facoltà di Lettera all’università La Sapienza di Roma. Ben presto però si avvicinò al cinema facendo da assistente a Pier Paolo Pasolini, suo vicino di casa. Lavorò insieme al grande intellettuale bolognese nel film Accattone, dove incontrò l’attrice Adriana Asti con cui si legò sentimentalmente per molti anni diventando la sua prima moglie (è stato sposato 3 volte). Ben presto però Bernardo Bertolucci si staccò dal mondo e dalla poetica pasoliniana per approdare ad un’idea di cinema fondata sostanzialmente sull’individualità di persone che si trovano coinvolte in bruschi cambiamenti del loro mondo e di quello circostante, a livello esistenziale e politico, senza darsi una risposta.
Il grande successo lo raggiunse nel 1972 con Ultimo tango a Parigi, film che segnò un’epoca e che fu osteggiato dalla censura in Italia per alcune scene considerate scabrose. I film di Bernardo Bertolucci videro frequentemente la presenza di grandi attori stranieri e spesso ebbero una durata molto lunga. Come Novecento, straordinario affresco delle lotte contadine emiliane del ventesimo secolo fino al termine della Seconda Guerra Mondiale, che si avvalse di un cast straordinario di attori sia stranieri che italiani. O come la sua opera più famosa, il pluripremiato L’ultimo Imperatore, con John Lone e Peter O’Toole, ed Il Piccolo Buddha, con protagonista Keanu Reeves.
Per l’ultimo saluto a Bernardo Bertolucci è stata aperta la camera ardente al Campidoglio. Tra i moltissimi presenti, Walter Veltroni, Francesco Rutelli, Giuseppe Tornatore, Paolo Taviani  e Stefania Sandrelli, che fu una delle attrici preferite del grande regista emiliano.