Seguici su:

AMA Funerali Roma – Morto l’ex calciatore Antonio Valentin Angelillo

Antonio Valentin Angelillo
L’ex calciatore Antonio Valentin Angelillo è morto il 5 gennaio scorso al Policlinico Santa Maria alle Scotte di Siena, dove era stato ricoverato 2 giorni prima.
Antonio Valentin Angelillo è stato uno dei più forti calciatori a cavallo tra gli anni cinquanta e sessanta. Nato nel 1937 a Buenos Aires, iniziò a giocare a buoni livelli nel Racing Club de Avellaneda per poi passare al Boca Juniors. Mezzala con una straordinaria propensione per il goal, si impose nel 1957 con la nazionale argentina al Torneo Sudamericano formando un trio irresistibile con Humberto Maschio ed Omar Sivori, i famosi “Angeli dalla faccia sporca” e venendo definito dalla critica “el nuevo Di Stefano”. L’Inter riuscì ad acquistarlo, nonostante la concorrenza di molti importanti club europei, e con la formazione milanese disputò 4 stagioni stabilendo nel campionato 1958/59 il record di segnature, ben 33, per un torneo a 18 squadre. Il suo stile di vita lo fece però entrare in collisione con l’allenatore dell’Inter Helenio Herrera che lo accusò di dolce vita. In effetti le sue prestazioni in campo ne risentirono, unite ad un carattere poco incline a piegarsi alle regole del “Mago” Herrera, ed Angelillo venne ceduto alla Roma. In giallorosso, giocando prevalentemente a centrocampo, riuscì a disputare 4 stagioni positive vincendo una Coppa delle Fiere ed una Coppa Italia. Gianni Brera, all’epoca uno dei più importanti e stimati giornalisti sportivi, arrivò a parlare di campionati disputati a livelli mondiali. Successivamente passò al Milan di Nils Liedholm ma, forse anche per una ostilità ambientale dovuta al suo passato in neroazzurro, Angelillo si avviò ad un lungo declino calcistico fino al suo ritiro nel 1971 dopo aver militato tra i dilettanti dell’Angelana. Oltre ad aver vestito la maglia della nazionale argentina, che dovette lasciare dopo il suo trasferimento in Italia per le regole dell’epoca, vestì anche la maglia azzurra grazie al nonno originario della Basilicata.
Antonio Valentin Angelillo fu anche un apprezzato allenatore raggiungendo una storica promozione in serie A con il Pescara nella stagione 1978/79 ed una promozione in serie B, unita alla vittoria nella Coppa Italia di serie C, con l’Arezzo nella stagione 1981/82.