Seguici su:

AMA Funerali Roma ricorda l’ex ministro Giuseppe Zamberletti

Giuseppe Zamberletti
L’ex ministro Giuseppe Zamberletti è morto lo scorso 26 gennaio dopo una lunga malattia. Aveva 85 anni ed è considerato il “padre fondatore” della moderna protezione civile italiana.
Gli italiani meno giovani lo ricordano come il Commissario dei governi che dovettero gestire i gravi terremoti in Friuli Venezia Giulia nel 1976 ed in Irpinia nel 1980. A Giuseppe Zamberletti si devono la nascita del Dipartimento della Protezione Civile della Presidenza del Consiglio, l’introduzione del concetto di prevenzione della calamità distinto dalle contingenti attività di soccorso, l’organizzazione del servizio nazionale in ogni sua componente, il coinvolgimento degli enti locali e del volontariato. Inoltre avviò la riforma di tutto il settore che porterà poi all’approvazione della legge del 24 febbraio 1992, n.225. Certamente la drammatica esperienza vissuta in Irpinia nella ricostruzione, a seguito del terremoto, fu fondamentale per Giuseppe Zamberletti. Ma fu un altro tragico evento che probabilmente contribuì a modificare drasticamente il modo di affrontare le emergenze: la morte del piccolo Alfredino caduto nel pozzo di Vermicino e la palese impreparazione dei soccorsi. Il presidente Pertini, scosso da questa tragedia come tutto il Paese che assistette in diretta televisiva al vano tentativo di salvare il bambino, affidò a Giuseppe Zamberletti gli strumenti organizzativi della nuova Protezione Civile. Nel 1982 fu nominato Ministro per il Coordinamento della Protezione Civile diventando responsabile del dipartimento appena creato.
I funerali di Giuseppe Zamberletti si sono svolti nella “sua” Varese alla presenza di tantissime personalità delle istituzioni e della politica, a partire dal capo dello Stato Sergio Mattarella e dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Nella sua coinvolgente omelia, l’arcivescovo di Milano Mario Delpini ne ha ricordato i grandi meriti con queste parole: “l’intraprendenza e la determinazione, la lungimiranza  e la fiducia nell’umanità dell’onorevole Zamberletti hanno dato vita a un sistema di cura per le disgrazie nazionali che hanno offerto l’occasione alle istituzioni e alla società civile, alle forze dell’ordine e ai volontari per esprimere il meglio di sè”.
Giuseppe Zamberletti è stato parlamentare per molte legislature, dal 1968 al 1992, nelle fila della Democrazia Cristiana.