Seguici su:

AMA Funerali Roma ricorda l’ex pugile Marvin Hagler

Marvin HaglerMarvin Hagler è morto improvvisamente il 13 marzo scorso all’età di 66 anni. Ad annunciarlo sua moglie Kay Guarrera. Scompare uno dei pugili più forti della storia.
Marvin Hagler è stato campione del mondo dei pesi medi dal 1980 al 1987. Soprannominato “Marvelous” (“Meraviglioso”), era un pugile mancino che amava la battaglia sul ring, un grande picchiatore dotato anche di tecnica sopraffina. Alcuni suoi incontri sono rimasti impressi nell’immaginario collettivo. Si può senza dubbio affermare, infatti, che “Marvelous” ha fatto parte a pieno titolo di quel gruppo di grandi campioni che riuscirono a diventare popolari anche tra coloro che non erano propriamente degli appassionati di boxe. Erano anni, quelli ottanta, dove i match mondiali di pugilato ancora costituivano dei veri e propri eventi seguiti da milioni di persone. Marvin Hagler fu campione unificato dei pesi medi nelle due versioni dell’epoca, WBC e WBA, a cui aggiunse nel 1983 la nuova federazione IBF (dopo la sua vittoria contro Wilford Scypion).
Marvin Hagler nacque a Newark nel New Jersey il 23 maggio 1954. Sembrò un predestinato quando si trasferì con la famiglia a Brockton (Massachusetts), città natale del grande Rocky Marciano. Nel 1969 iniziò a frequentare la palestra dei fratelli Petronelli.
Dopo una lunga gavetta, l’occasione per lui arrivò sfidando il campione del mondo Vito Antuofermo. Nonostante i tanti colpi subìti (a fine match ebbe bisogno di ben 70 punti di sutura), il pugile italo-americano riuscì a strappare un generoso verdetto di parità che gli consentì di mantenere la corona mondiale.
L’appuntamento al titolo fu rimandato di soli pochi mesi e giunse contro il neocampione del mondo, l’inglese Alan Minter (che aveva precedentemente battuto Antuofermo), sconfitto al terzo round per KOT. Da lì in avanti Marvin Hagler difese per molti anni la corona mondiale. In alcuni casi furono match epici, come quelli contro Roberto Duran, che riuscì a resistergli per l’intero incontro, contro Thomas Hearns, KO al 3° round, e contro “The Beast” John Mugabi, KO all’11° round.
L’ultimo match della sua carriera fu quello contro il grande Sugar Ray Leonard del 6 aprile 1987 per il titolo dei pesi medi della sola versione WBC. L’incontro fu perso ai punti da Marvin Hagler con una decisione molto controversa. Per polemica il “Meraviglioso” decise di ritirarsi dal pugilato.
Marvin Hagler amava molto l’Italia. Si trasferì a Milano tentando la carriera cinematografica, si sposò con una napoletana e divenne un appassionato di calcio simpatizzando per la Sampdoria.
https://www.repubblica.it/sport/vari/2021/03/14/news/boxe_morto_marvin_hagler-292143472/