Seguici su:

AMA Funerali Roma ricorda la Presidente Jole Santelli

Jole SantelliJole Santelli, presidente della regione Calabria, è morta lo scorso 15 ottobre a soli 51 anni. Da tempo combatteva contro un tumore. Le sue condizioni di salute non sembravano essere comunque così critiche. Purtroppo però una improvvisa emorragia interna, dovuta alle patologie tumorali, le è stata fatale cogliendola nella sua casa di Cosenza.
Jole Santelli non aveva nascosto la malattia contro cui combatteva da anni, come lei stessa aveva dichiarato: “Non ho mai nascosto la mia malattia, qui tutti sanno, sono in cura al reparto di oncologia di Paola, non voglio neanche però che essa mi perseguiti.”
https://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/calabria/calabria-morta-il-presidente-della-regione-jole-santelli_24230392-202002a.shtml
Era una donna forte, appassionata di politica ed innamorata della sua terra, la Calabria. Proprio per questo, nonostante le sue condizioni di salute fossero da tempo minate da questo male, accettò lo scorso anno con entusiasmo la candidatura alla presidenza della sua regione. Il 26 gennaio del 2020, come candidata di tutto il centro-destra, stravinse le elezioni con il 55,3% dei consensi. Era la prima presidente donna della Calabria, nonché la seconda presidente di una regione dell’Italia meridionale.
Jole Santelli anche negli ultimi giorni della sua vita aveva lavorato intensamente per gestire l’emergenza del Coronavirus in Calabria. Poche ore prima della sua improvvisa morte aveva rilasciato un’intervista al quotidiano tedesco Die Welt.
Jole Santelli era nata a Cosenza nel 1968. Dopo aver intrapreso la professione di avvocato in importanti studi legali, nel 1994 si iscrisse a Forza Italia (dopo che da giovanissima aveva aderito al Partito Socialista Italiano). La sua fedeltà al partito di Silvio Berlusconi fu sempre totale, iniziando la sua attività politica nell’ufficio legislativo del gruppo di Forza Italia al senato per poi passare nel 1998 a quello della Camera dei deputati. Nel 2000 coordinò il dipartimento giustizia del partito e diventò assistente parlamentare di Marcello Pera. E’ stata sottosegretario al Ministero della Giustizia nel secondo e terzo governo Berlusconi e sottosegretario di Stato al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali durante il governo Letta (nella fase in cui il Popolo della Libertà appoggiò questo esecutivo prima della ricostituzione di Forza Italia). Nella sua regione ha ricoperto anche, dal 28 giugno 2016, gli incarichi di vicesindaco ed assessore alla Cultura della città di Cosenza.
La notizia della improvvisa morte di Jole Santelli ha provocato grandissima commozione da parte di tutto il mondo politico-istituzionale del Paese.