Seguici su:

AMA Funerali Roma ricorda l’attore Flavio Bucci

Flavio BucciFlavio Bucci è morto lo scorso 18 febbraio all’età di 72 anni a causa di un infarto. E’ accaduto a Passoscuro, la località vicino Roma dove l’attore viveva da qualche tempo.
Una vita, quella di Flavio Bucci, contrassegnata da successi professionali ma anche da eccessi che lo hanno portato alla soglia della povertà, come dichiarato in un’intervista: “In teatro guadagnavo anche due milioni al giorno. Per fortuna ho speso tutto in donne, manco tanto, che me la davano gratis, vodka e cocaina [….] Ma la vita è una somma di errori, di gioie e di piaceri, non mi pento di niente, ho amato, ho riso, ho vissuto, vi pare poco?” https://www.repubblica.it/spettacoli/cinema/2020/02/18/news/morto_flavio_bucci-248887250/?refresh_ce
Flavio Bucci è stato un grande attore, un caratterista come pochi. Nato a Torino da genitori meridionali e formatosi professionalmente al Teatro Stabile della sua città, fu chiamato a Roma da Gian Maria Volontè che lo fece inserire nel cast del film di Elio Petri, La classe operaia va in paradiso. Lo stesso regista romano, due anni dopo, lo scelse come protagonista in La proprietà non è più un furto. Seguirono molti altri film in cui Flavio Bucci dimostrò il suo grande talento. Il grande successo arrivò nel 1977 grazie allo sceneggiato televisivo Ligabue, in cui interpretò il pittore italo-svizzero. Al cinema resta memorabile la sua interpretazione di Don Bastiano, il prete-brigante ne Il Marchese del grillo. Il suo discorso alla folla, prima di essere decapitato, a tutt’oggi rimane una delle interpretazioni più intense del nostro cinema. Contestualmente, Flavio Bucci recitò in numerosi pièce teatrali tra cui Le memorie di un pazzo di Gogol, il suo cavallo di battaglia, Il fu Mattia Pascal di Pirandello e Riccardo III di Shakespeare. Flavio Bucci fu anche un eccellente doppiatore che diede la sua voce a John Travolta nel Tony Manero de La febbre del sabato sera ed all’ingenuo Potsie della serie tv (forse di maggior successo in assoluto) Happy days.
Flavio Bucci è stato sposato due volte e dai suoi matrimoni sono nati tre figli. Per rilanciare la sua carriera era pronto uno spettacolo teatrale: E pensare che ero partito così bene. Sicuramente sarebbe stata un’altra sua memorabile interpretazione.