Seguici su:

AMA Funerali Roma ricorda il parlamentare Emanuele Macaluso

Emanuele MacalusoEmanuele Macaluso è morto a Roma il 19 gennaio scorso all’età di 96 anni. La causa del decesso dell’ex parlamentare è da attribuirsi ad un infarto.
Emanuele Macaluso è stato un punto di riferimento della sinistra, del sindacalismo e del giornalismo. Aderì nel 1941 clandestinamente al Partito Comunista d’Italia e fece parte del movimento sindacale siciliano diventando nel 1944 segretario generale della Camera del Lavoro di Caltanissetta, la città dove era nato. Dal 1947 al 1956 fu segretario regionale siciliano della CGIL. Fu in prima linea con i contadini nella battaglie per l’occupazione delle terre impegnandosi per la riforma agraria. Contemporaneamente si dedicò sempre di più alla politica, venendo eletto varie volte all’assemblea regionale siciliana nelle file del Partito Comunista Italiano. Divenne anche segretario regionale del partito e fu tra gli ideatori del cosiddetto “milazzismo”, ossia l’esperimento unico di un governo regionale a guida di un ex democristiano, Silvio Milazzo, appoggiato dai comunisti, dai socialisti, dai monarchici, dai missini e da fuoriusciti democristiani. Cioè un governo di sinistra-destra con il centro all’opposizione.
Arrivato a Roma, fece parte della segreteria politica comunista per molto tempo collaborando con i segretari del partito Togliatti, Longo e Berlinguer. All’interno del partito fu tra i leader della corrente riformista insieme a Giorgio Napolitano, i cosiddetti “miglioristi”. Era la corrente che spingeva il partito verso le posizioni tipiche delle socialdemocrazie europee. Nel periodo del crollo del muro di Berlino, appoggiò la svolta del segretario Achille Occhetto e la trasformazione del PCI in PDS (Partito Democratico della Sinistra). Verso il Partito Democratico (nato dall’evoluzione del PDS/DS) ebbe una posizione critica in quanto non ne condivise la mancanza, a suo dire, di ispirazione socialista.
Emanuele Macaluso fu parlamentare per ben sette legislature. Inoltre si distinse anche come brillante giornalista. Fu direttore de l’Unità, quotidiano del PCI, e della rivista Le nuove ragioni del socialismo ed editorialista di importanti quotidiani nazionali. Diresse anche Il Riformista, il cui attuale direttore, Piero Sansonetti, lo ha voluto ricordare con un articolo particolarmente interessante: https://www.ilriformista.it/il-mio-ricordo-di-emanuele-macaluso-e-la-rabbia-di-non-averlo-piu-sentito-dopo-la-sua-sfuriata-190007/
Le esequie di Emanuele Macaluso si sono svolte il 21 gennaio, il giorno del centesimo anniversario della nascita del Partito Comunista Italiano