Seguici su:

AMA Funerali Roma ricorda l’attore Carlo Croccolo

Carlo CroccoloL’attore Carlo Croccolo è morto il 12 ottobre scorso all’età di 92 anni. La camera ardente è stata allestita nella sala consiliare di Castel Volturno, la cittadina dove l’attore viveva da oltre 25 anni, mentre i funerali si sono svolti nella sua città natale, Napoli, presso la chiesa di San Ferdinando. Ad accompagnare il feretro dell’attore all’uscita dalla chiesa, oltre alle tantissime persone che hanno mandato in tilt il traffico della zona, il cartello “Carlo salutaci il grande Totò”. https://www.ilmessaggero.it/italia/carlo_croccolo_funerali_foto_napoli_news_domenica_13_ottobre_2019-4795321.html
Ed in effetti il rapporto tra Carlo Croccolo ed il principe de Curtis fu di grande stima ed amicizia. Non solo lavorarono insieme in film come 47 morto che parla, Miseria e nobiltà, Totò lascia o raddoppia? e Signori si nasce ma Carlo Croccolo lo doppiò anche, a partire dal 1957, in alcune scene realizzate in esterno dove non era possibile girare in presa diretta. La causa fu dovuta ai problemi di vista di Totò che volle però solo Carlo Croccolo come doppiatore da lui autorizzato.
Carlo Croccolo lavorò anche con Eduardo e Peppino De Filippo, così come va ricordata la sua presenza nei film Ieri, oggi, domani di Vittorio De Sica ed ‘O re di Luigi Magni, in cui venne premiato con un David di Donatello come miglior attore non protagonista (l’unico vinto in carriera). Ed a proposito dei pochi premi vinti, così l’attore in occasione dei suoi 90 anni (occasione in cui il sindaco di Castel Volturno gli aveva assegnato le chiavi della città) si era espresso: ” Li ho pagati a caro prezzo i miei 90 anni di attore. I miei anni dati al cinema e al teatro sono stati di passione sì, ma come Gesù Cristo, perché non ho avuto molti riconoscimenti e quelli che ho avuti me li hanno fatti pagare tantissimo”.
Eppure Carlo Croccolo fu un artista a tutto tondo: attore di cinema, doppiatore (prestò la sua voce ad Ollio, succedendo ad Alberto Sordi, ed in alcuni casi contemporaneamente anche a Stanlio) ed attore di teatro (lo ricordiamo nella commedia Aggiungi un posto a tavola). Partecipò anche a diversi sceneggiati televisivi ed a serie tv, come la recente Capri nel ruolo del pescatore Totonno.
Ebbe perfino una breve storia d’amore con la grande Marilyn Monroe, come lui stesso dichiarò una decina di anni fa in un’intervista.
La sua amata moglie, Daniela Cenciotti, lo ha ricordato come “un compagno di vita tenero e amoroso”.