Seguici su:

AMA Funerali Roma ricorda l’ex calciatore Felice Pulici

Felice Pulici
L’ex calciatore Felice Pulici, portiere della Lazio dello scudetto del 1974, è morto lo scorso 16 dicembre presso il Policlinico Umberto I di Roma. Era malato da tempo ed avrebbe compiuto 73 anni il prossimo 22 dicembre.
Felice Pulici è stato uno dei grandi protagonisti della “banda Maestrelli”, una squadra che sorprese l’Italia intera sfiorando lo scudetto nel 1973 appena tornata in serie A e centrando lo storico obiettivo l’anno successivo. Quella Lazio fu una squadra irripetibile, formata da calciatori di grande personalità che l’indimenticato Tommaso Maestrelli seppe trasformare in un gruppo quasi imbattibile. Felice Pulici ne era il portiere, fortissimo tra i pali, “uno degli eroi” come recitava uno striscione esposto fuori dalla chiesa Cristo Re dove sono stati svolti i suoi funerali.
Nato nel 1945 a Sovico, paesino della Brianza, Felice Pulici dopo aver giocato nelle giovanili del Lecco passò al Novara dove ottenne la promozione in serie B. Nonostante nella sfida del campionato cadetto 1971-72 subì ben 5 reti dalla squadra biancoceleste, la Lazio lo volle nel campionato successivo che sanciva il ritorno del club romano nella massima serie. Il seguito è storia nota, un romanzo che nemmeno il più ottimista dei tifosi laziali avrebbe potuto immaginare o sperare. Quella Lazio partita dopo partita divenne una macchina quasi perfetta, perdendo lo scudetto solo all’ultima giornata in maniera rocambolesca ma rifacendosi l’anno successivo con una cavalcata trionfale che la portò alla conquista di uno storico scudetto.
Dopo aver difeso anche la porta dell’Ascoli con successo, i marchigiani con lui in porta raggiunsero una storica qualificazione il Coppa Uefa, Felice Pulici tornò nella Lazio per giocare la sua ultima stagione da calciatore diventando l’anno successivo allenatore della squadra Primavera. Con l’arrivo alla presidenza di Giorgio Chinaglia divenne un importante dirigente, ricoprendo il ruolo di direttore generale. Anche nell’era Cragnotti ebbe importanti ruoli dirigenziali così come con la presidenza di Claudio Lotito. Nel 2005 l’attuale numero uno biancoceleste lo volle come membro della segreteria generale del club e fu uno degli avvocati che rappresentò la Lazio durante il processo sportivo di Calciopoli, ricevendo poi importanti deleghe a seguito dell’inibizione del presidente Lotito. A fine 2006 però Felice Pulici lasciò la Lazio andando a ricoprire per soli 3 mesi il ruolo di direttore generale dell’Ascoli Calcio.
I funerali di Felice Pulici si sono svolti  a Roma il 18 dicembre alla presenza di una delegazione della S.S Lazio, del presidente del Coni Malagò, del dirigente dell’A.S. Roma Bruno Conti e dei suoi ex compagni dello scudetto. Il “capitano” Pino Wilson ha voluto leggere una commovente lettera in ricordo dell’amico scomparso.