Seguici su:

AMA Funerali Roma ricorda l’ex calciatore Egisto Pandolfini

Egisto Pandolfini
L’ex calciatore Egisto Pandolfini è morto all’età di 92 anni nel suo paese di Lastra a Signa, vicino Firenze. E’ stato un importante calciatore, tra la metà degli anni quaranta ed inizio degli anni sessanta, che ha giocato nel ruolo di centrocampista e di attaccante. Di lui si ricordano in particolare i tifosi meno giovani della Fiorentina e della Roma, i due club più importanti per la carriera di Egisto Pandolfini. Con i viola disputò 4 campionati, oltre a quelli giocati precedentemente nelle giovanili e come riserva nelle stagioni 1944-46 che gli consentirono comunque di esordire in serie A contro la Salernitana, divenendo uno dei calciatori più importanti di quella formazione con cui raggiungerà nel 1952 il quarto posto. Proprio in questo anno Egisto Pandolfini fu ceduto alla Roma per la cifra record (per quell’epoca) di 55 milioni di lire. A volerlo fortemente fu il presidente del club capitolino Renato Sacerdoti che, dopo la promozione in serie A, vide in Egisto Pandolfini l’uomo giusto per far tornare la Roma ai posti che le competevano. In effetti il calciatore toscano disputò, nel ruolo di interno di centrocampo, quattro campionati ad alto livello distinguendosi per l’ottima tecnica e le capacità realizzative (fu tra l’altro un efficacissimo rigorista) e contribuendo a far tornare la Roma nelle zone medio-alte della classifica (tre sesti posti ed un terzo posto raggiunti negli anni della sua permanenza nella Capitale).
Egisto Pandolfini indossò per molti anni anche la maglia azzurra della nazionale, collezionando dal 1950 al 1957 21 presenze con 9 reti. Partecipò a due campionati mondiali, nel 1950 in Brasile e nel 1954 in Svizzera, e fu un autentico protagonista nella sfida del maggio 1952 contro l’Inghilterra. In quegli anni contro i Leoni inglesi le sfide, anche se ufficialmente amichevoli, erano sempre sentitissime. In quella occasione, pur mancando ancora una volta la storica vittoria, gli azzurri disputarono una grandissima partita pareggiandola 1-1 ed Egisto Pandolfini fu tra i migliori in assoluto.
Appesi gli scarpini al chiodo, Egisto Pandolfini fu per molto tempo allenatore nelle giovanili della Fiorentina per poi diventare dirigente ed osservatore. Grazie a lui il club viola potè beneficiare della scoperta di tanti talenti, uno tra tutti il grande bomber Gabriel Omar Batistuta.